DENTI & SPORT: AMICI O NEMICI?

Praticare un’attività sportiva è fondamentale: una regolare attività fisica aiuta a diminuire il rischio di patologie gravi e a contrastare ansia e stress, preservando anche la salute psichica della persona.

Nei giovanissimi una sana passione per lo sport tiene lontane cattive abitudini alimentari e stili di vita dannosi per la salute, accresce l’autostima e insegna ad avere rispetto per gli altri, sia componenti della stessa squadra che gli avversari.

Tutto questi effetti positivi però devono andare di pari passo con la salute della bocca e del vostro sorriso!

Chi pratica sport con assiduità e soprattutto chi pratica sport di resistenza (alcuni esempi sono lo sci di fondo, il ciclismo, il triathlon o il pattinaggio a rotelle) spesso sceglie una dieta ricca di carboidrati e zuccheri per aumentare le proprie prestazioni.

Gli zuccheri però provocano un abbassamento del ph del cavo orale aumentandone l’acidità e favorendo così la proliferazione di batteri che portano la carie.

Importantissimo in questo caso è evitare le bevande energetiche che danno gli stessi problemi, bere molta acqua per ripristinare il giusto valore di ph e soprattutto va seguita una scrupolosa igiene orale, affidandosi ai consigli del proprio dentista per la routine di tutti i giorni e non dimenticando di fissare periodici appuntamenti per controlli e sedute professionali di pulizia dei denti.

Sei un appassionato nuotatore? Il cloro, utilizzato comunemente nelle piscine come agente antimicrobico, utilizzato in percentuale troppo alta può alterare il ph dell’acqua e provocare fenomeni di erosione dello smalto e sensibilità dentinale.

Se ti alleni quattro o cinque volte alla settimana per un paio d’ore è opportuno rivolgersi al dentista di fiducia che saprà valutare il grado di erosione dello smalto dei vostri denti e nel caso consigliarvi uno smalto protettivo o apparecchi paradenti. 

Sempre più numerosi studi scientifici hanno dimostrato che c’è una correlazione positiva tra una buona occlusione dentale e la postura, che poi influenza la performance sportiva.

Al contrario le malocclusioni non trattate influiscono sull’atteggiamento posturale – in particolare sui muscoli della testa, del collo e delle spalle – e quindi sulla respirazione e sul bilanciamento del corpo durante l’attività sportiva, diminuendo le potenzialità atletiche e aumentando il rischio di infortuni.

Atleti del calibro di Cristiano Ronaldo, LeBron James, Valentino Rossi, Tiger Woods hanno fatto ricorso al “bite” come ausilio per migliorare l’assetto posturale e di conseguenza le loro prestazioni.

Il bite è un dispositivo intraorale che fa come da cuscinetto tra le arcate dentarie bilanciandone l’occlusione.

E non solo, ultimo ma non meno importante tema è quello del bruxismo diurno: gli atleti concentrati nello sforzo dell’allenamento o della gara frequentemente e inconsapevolmente digrignano i denti, questo provoca tensione dei muscoli parietali e facciali con spiacevoli mal di testa, nel lungo periodo si possono addirittura verificare usura dello smalto e micro-fratture alla dentatura.

L’utilizzo del bite è il metodo più efficace per contrastare abitudini disfunzionali come il bruxismo e il serramento.

In conclusione l’esercizio fisico fa male ai denti? Assolutamente no!

Cura del corpo e cura del proprio sorriso però devono andare di pari passo: affidatevi con fiducia alla dott.ssa Peronace e al suo staff di professionisti per valutare eventuali rischi e misure correttive, così potrete dedicarvi al vostro sport preferito in assoluta serenità e senza conseguenze.

PROTESI DENTALI: COSA DOVETE SAPERE E COME TUTELARVI

La protesi dentale è la soluzione quando ci sono denti mancati che vanno sostituiti con elementi artificiali.

Ci sono diverse tipologie di protesi dentali:                                                                                           – protesi fissa:sostituisce gli elementi dentari naturali con  ponti faccette, corone cementati a pilastri di sostegno naturali – i denti contigui vicini – e perciò non rimovibili dal paziente.  

– protesi mobile: va a sostituire una parte o l’intera arcata dentaria e può essere rimossa dal paziente per eseguire le ordinarie pratiche di igiene quotidiana.

– protesi combinata: la protesi combinata ripristina l’efficacia dell’arcata dentaria mediante il supporto di denti o impianti in titanio osteointegrati. La protesi è rimovibile ma fissata e resa stabile da dispositivi di ancoraggio che ne assicurano una funzionalità a lungo termine. 
E’ possibile migliorare la stabilità delle protesi mobili con interventi mini-invasivi, effettuabili anche in pazienti molto anziani e/o con problemi fisici: in questi casi vengono utilizzate tecniche implantologiche a cielo chiuso, senza lembi, non traumatiche e mininvasive. Queste metodiche consentono di migliorare notevolmente la qualità di vita dei pazienti più anziani annullando gli stress psico-fisici da intervento.

– protesi fissa su impianti: è prevista la sostituzione di singoli elementi dentali o intere arcate dentarie mediante l’inserimento chirurgico di pilastri in titanio ai quali i denti vengono ancorati in modo definitivo. L’implantologia rappresenta oggi la migliore soluzione per una riabilitazione funzionale ed estetica della masticazione.

Ma non tutti sanno che ci possono essere proposte di scarsa qualità, più di un paziente infatti si è ritrovato con dentiere, ponti e corone non a norma.

Come tutelarsi? Ecco alcuni semplici consigli da seguire:                                                                   – affidatevi a professionisti seri e di fiducia, il rischio è alto: ci sono infatti casi di protesi o parti di esse realizzate con materiali altamente tossici quali il nichel o il cadmio. Ma la legge è dalla parte del consumatore, infatti in base alla normativa 93/42 CEE l’odontotecnico deve rilasciare al dentista la Dichiarazione di Conformità che certifica la correttezza dei materiali utilizzati nella costruzione della protesi, la qualità quindi è assolutamente tracciabile e i professionisti seri agiscono a norma di legge. 

– diffidate invece  da soluzione low cost oppure realizzate al di fuori dell’Unione Europea e quindi soggette a normative diverse dalle nostre. I materiali potrebbero essere gli stessi ma in percentuali diverse che potrebbero generare reazioni di intolleranza al paziente e risultare nel medio periodo di qualità inferiore.

– un paziente informato rende anche il professionista più attento: segnalate ogni tipo di allergia soprattutto quelle ai metalli e in particolare al nichel, non abbiate timore a fare domande e a informarvi in modo preciso e dettagliato sui materiali che vengono utilizzati. 

– in caso di protesi dentale nuova, bisogna fare molta attenzione ad eventuali bruciori o gonfiori, segnalandoli immediatamente al vostro dentista.

Non scommettete sulla vostra salute ma affidatevi a professionisti seri e preparati come il team Peronace. La nostra finalità principale è quella di ottenere il massimo grado di soddisfazione da parte di ogni singolo paziente. Gli impianti stessi ad esempio non sono tutti uguali Non solo per i materiali, ma anche per le componenti che se di scarsa qualità si possono rompere creando non pochi problemi. Quelli che utilizziamo sono di alta qualità, provengono da aziende certificate e per questo sono garantiti.

Fissate un appuntamento e scoprirete che l’attenzione del dott.ssa Peronace e di tutto lo staff tecnico è dedicata quotidianamente alle diagnosi e alla costruzione di piani terapeutici personalizzati con massima chiarezza nella spiegazione del quadro clinico e trasparenza nei preventivi.

10 CIBI INSOSPETTABILI CHE MACCHIANO I DENTI!

Quando parliamo di denti macchiati il colpevole numero uno sembra essere sempre e soloil caffè.

Invece ci sono almeno altri 10 alimenti assolutamente insospettabili che possono compromettere il colorito bianco dei nostri denti.

Barbabietole

Fanno molto bene alla salute, ma il loro colore intenso può pigmentare lo smalto dei denti, specialmente se consumate sotto forma di succo o centrifuga.

Mirtilli

Sono consigliati per le loro proprietà antiossidanti ma il loro colore blu scuro può lasciare delle macchie difficili da eliminare.

Cola

Come tutte le bevande di colore scuro può macchiare i denti, contiene soda e solitamente viene consumata fredda, questo rende porosi i denti e inclini alle macchie. In aggiunta contiene sostanze che corrodono lo smalto.

Succo di frutta

Anche se il succo di frutta è meno nocivo della Cola, bevanda di cui sinceramente potremmo fare a meno, il colore scuro di alcuni componenti, unitamente all’azione di alcuni acidi può portare all’ingiallimento dei denti.

Verdure colorate

Verdure come i carciofi, il radicchio o le melanzane hanno pigmenti che aderiscono alla parte dentale e possono macchiarla.

Salsa di pomodoro

La salsa di pomodoro, presenza fissa e imprescindibile nella dispensa di tutti noi italiani, contiene acidi in grande quantità che erodono lo smalto.

Curry

Spezia profumata che arriva dall’India, se consumato di frequente il curry provoca un ingiallimento parecchio evidente, da limitare quindi sulla tavola di tutti i giorni e riservare per occasioni speciali.

Vino rosso

Un brindisi? Il vino rosso è ricco di tannino, che può essere responsabile di sfumature grigiastre sulla superficie dentale.

Aceto Balsamico

Usato per condire l’insalata ma anche la frutta, il pesce e la carne, ha proprietà disinfettanti e astringenti. Purtroppo è anche altamente pigmentato e questo si traduce in un’insidia per i denti.

Salsa di Soia

Anche le salse di colore scuro come quella di soia utilizzata per gustose ricette orientali hanno proprietà ingiallenti e hanno la particolarità di rimanere sui denti anche molto tempo dopo l’assunzione.

Molti di questi alimenti sono importanti per la vostra dieta e per la vostra salute, quindi non dovete assolutamente rinunciarvi, dovete solo avere l’accortezza di lavarvi bene i denti dopo averli mangiati in modo da evitare che i vostri denti perdano il loro bianco naturale.

Se invece non siete proprio soddisfatti del vostro sorriso, il consiglio che vogliamo darvi è di non affidare lo sbiancamento dei vostri denti a soluzioni “fai da te”, chiedendo agli amici o cercando rimedi casalinghi su Internet.

Non solo non otterrete un risultato duraturo ma addirittura l’uso prolungato di prodotti sbiancanti non adeguati può danneggiare seriamente le gengive.

Fissate un appuntamento con uno dei professionisti dello Studio Peronace e saremo lieti di valutare insieme a voi una soluzione personalizzata in base alle vostre esigenze, individuando la tecnica più adatta tra quelle in studio e quelle domiciliari.

VUOI ESSERE FELICE? COMINCIA DAI DENTI!

Lo sapevi che se cerchi su Google “autostima” e “denti” trovi ben 413.000 risultati?

Perchè è un dato di fatto che avere un sorriso brillante sia sinonimo di attenzione verso sé stessi, di benessere e di conseguenza si trasmettono tutte queste impressioni positive a chi ci sta di fronte.

Immagina una persona con denti bianchi, curati e regolari, qual è la tua prima impressione? Che sia una persona affascinante, sicura di sé, ti trasmette ottimismo, pulizia, affidabilità.

Invece pensa a una persona che ha denti irregolari o addirittura macchiati, innanzitutto ne sarà sicuramente consapevole e quindi tenderà a sorridere poco per nascondere i denti, questo inevitabilmente influisce nei rapporti interpersonali, perché avere un brutto sorriso non fa sentire a proprio agio in mezzo agli altri. E purtroppo trasmette un’idea di poca igiene, di scarso interesse per la propria salute e in generale è poco attraente.

Uno studio americano sottolinea il legame tra sorriso e autostima, presentando risultati che ci devono fare riflettere.

Quasi il 90% delle persone intervistate pensa che un bel sorriso sia importantissimo per vivere serenamente nella società moderna.

Addirittura il 71% è sicuro che non avrà successo che si merita nel lavoro e sarà penalizzato dal punto di vista della carriera se ha una bocca non curata

L’87% considera poco attraente una persona dell’altro sesso che non cura a sufficienza il proprio sorriso

E purtroppo quasi il 50% non è assolutamente soddisfatto del proprio sorriso e vorrebbe migliorarne  l’aspetto.

Quali sono le cause dei “denti storti”? Alcune sono genetiche e altre sono legate a cattive abitudini:• Affollamento e mal posizionamento dei denti• Malocclusione dentale legata a fattori genetici• Perdita precoce dei denti da latte del bambino• Caduta dei denti nell’adulto• Trattamenti dentali non eseguiti in maniera corretta • Dimensioni della mascella troppo piccole• Gengivite/piorrea cronica• Bruxismo• Atteggiamenti infantili scorretti: abitudine a succhiare il pollice o il ciuccio, abitudine a bere col biberon dopo i 3 anni, spingere la lingua contro i denti

La soluzione c’è e può essere INVISIBILE: Invisalign® è l’alternativa trasparente al classico apparecchio per i denti.

E’ removibile: gli aligner Invisalign® possono essere rimossi per mangiare, bere lavarsi i denti, passare il filo interdentale o per le occasioni speciali.

E’ efficace: potrai apprezzare i benefici di un sorriso più bello già prima di completare il trattamento Invisalign®. L’allineamento dei denti comincia da subito.

E’ comodo: non irrita le gengive o il cavo orale.

E’ trasparente: difficilmente qualcuno noterà che stai riallineando i denti. Invisalign® allinea i denti avvalendosi di una serie di aligner quasi invisibili, creati su misura per i tuoi denti, in modo da offrirti il massimo comfort. Man mano che sostituisci gli aligner ogni due settimane, i denti si spostano gradualmente, settimana dopo settimana, fino a raggiungere la posizione finale prevista.

E’ adatto anche agli adolescenti che possono rimodellare il loro sorriso con meno dolore e più precisione.

Ogni caratteristica innovativa del sistema Invisalign®  è progettata per rivelare il sorriso che meriti. È per questo che milioni di persone hanno trasformato le loro vite con gli allineatori rimovibili e quasi invisibili.

Realizzato su misura per muovere i denti a poco a poco, ogni piccolo spostamento ti avvicina di un passo alla prossima versione di te, in modo efficiente, gentile e preciso.

Affidati al team dello Studio Peronace per richiedere una visita specifica, saremo lieti di spiegarti tutte le potenzialità di questo trattamento.

MAL DI DENTI? ECCO LE 5 CAUSE PRINCIPALI

Il dolore ai denti è un sintomo che non va trascurato e che va curato affidandosi alla professionalità del vostro dentista.
Ma quali sono le cause di un disturbo così fastidioso? La causa più conosciuta è sicuramente la carie – trascurata o mal curata – ma noi ne abbiamo trovate altre 5!

SPAZZOLATE I DENTI CON TROPPA FORZA

In questo caso il dolore è associato a una ipersensibilità dentinale, cioè sentiamo dolore con cibi e bevande troppo fredde o calde o dolci.
Le setole del vostro spazzolino sono troppo dure oppure spazzolate i denti con movimenti sbagliati (dal dente verso la gengiva) e troppo energici, un’ulteriore causa è l’utilizzo per lunghi periodi di dentifrici sbiancanti.
Evitate soluzioni “fai da te” per la cura dei vostri denti, ma rivolgetevi al vostro dentista per periodiche sedute di igiene orale e lo sbiancamento professionale.

TRAUMA AI DENTI


E’ un evento abbastanza frequente che si verifica dopo una caduta, un colpo ricevuto praticando sport, un incidente domestico.
Le conseguenze possono manifestarsi anche ad anni di distanza dall’episodio traumatico e in questi casi è importantissimo fare riferimento al proprio dentista di fiducia che sa valutare come intervenire e come prevenire eventuali ulteriori complicanze.

PARODONTITE


E’ causata dalla presenza di batteri – placca e tartaro – e favorita da una scorretta igiene orale. Altri fattori responsabili sono il fumo, le malocclusioni, l’indebolimento delle difese immunitarie, la gravidanza e alcune patologie come il diabete. Quando non è adeguatamente curata, i denti cominciano a muoversi e possono cadere.
La prevenzione è fondamentale! Affidatevi al vostro dentista per la pulizia periodica dei denti e la rimozione di placca e tartaro.

DIGRIGNATE I DENTI DURANTE IL SONNO


Stress, ansia, tensione emotiva che vengono represse durante il giorno possono trovare uno sfogo notturno nello sfregamento dei denti, provocando al risveglio una fastidiosa sensazione di dolore.
Se trascurato, questo fenomeno che si chiama “bruxismo” può consumare i denti e provocare lesioni alle gengive, oltre a peggiorare un’eventuale malocclusione già presente.
Una soluzione è l’utilizzo del bite notturno, che protegge i denti dallo sfregamento.

SINUSITE


Il mal di denti può anche essere colpa della sinusite!
In questo caso il dentista può aiutarvi a trattare il problema nella maniera più adeguata anche in collaborazione con l’otorinolaringoiatra.

In tutti i casi la sensazione di dolore o fastidio è un segnale che vi deve spingere a prendervi cura dei vostri denti. Affidatevi al team dello Studio Peronace, formato da esperti del settore scelti per la loro competenza e al vostro servizio per ridarvi il sorriso.