PROTESI DENTALI: COSA DOVETE SAPERE E COME TUTELARVI

La protesi dentale è la soluzione quando ci sono denti mancati che vanno sostituiti con elementi artificiali.

Ci sono diverse tipologie di protesi dentali:                                                                                           – protesi fissa:sostituisce gli elementi dentari naturali con  ponti faccette, corone cementati a pilastri di sostegno naturali – i denti contigui vicini – e perciò non rimovibili dal paziente.  

– protesi mobile: va a sostituire una parte o l’intera arcata dentaria e può essere rimossa dal paziente per eseguire le ordinarie pratiche di igiene quotidiana.

– protesi combinata: la protesi combinata ripristina l’efficacia dell’arcata dentaria mediante il supporto di denti o impianti in titanio osteointegrati. La protesi è rimovibile ma fissata e resa stabile da dispositivi di ancoraggio che ne assicurano una funzionalità a lungo termine. 
E’ possibile migliorare la stabilità delle protesi mobili con interventi mini-invasivi, effettuabili anche in pazienti molto anziani e/o con problemi fisici: in questi casi vengono utilizzate tecniche implantologiche a cielo chiuso, senza lembi, non traumatiche e mininvasive. Queste metodiche consentono di migliorare notevolmente la qualità di vita dei pazienti più anziani annullando gli stress psico-fisici da intervento.

– protesi fissa su impianti: è prevista la sostituzione di singoli elementi dentali o intere arcate dentarie mediante l’inserimento chirurgico di pilastri in titanio ai quali i denti vengono ancorati in modo definitivo. L’implantologia rappresenta oggi la migliore soluzione per una riabilitazione funzionale ed estetica della masticazione.

Ma non tutti sanno che ci possono essere proposte di scarsa qualità, più di un paziente infatti si è ritrovato con dentiere, ponti e corone non a norma.

Come tutelarsi? Ecco alcuni semplici consigli da seguire:                                                                   – affidatevi a professionisti seri e di fiducia, il rischio è alto: ci sono infatti casi di protesi o parti di esse realizzate con materiali altamente tossici quali il nichel o il cadmio. Ma la legge è dalla parte del consumatore, infatti in base alla normativa 93/42 CEE l’odontotecnico deve rilasciare al dentista la Dichiarazione di Conformità che certifica la correttezza dei materiali utilizzati nella costruzione della protesi, la qualità quindi è assolutamente tracciabile e i professionisti seri agiscono a norma di legge. 

– diffidate invece  da soluzione low cost oppure realizzate al di fuori dell’Unione Europea e quindi soggette a normative diverse dalle nostre. I materiali potrebbero essere gli stessi ma in percentuali diverse che potrebbero generare reazioni di intolleranza al paziente e risultare nel medio periodo di qualità inferiore.

– un paziente informato rende anche il professionista più attento: segnalate ogni tipo di allergia soprattutto quelle ai metalli e in particolare al nichel, non abbiate timore a fare domande e a informarvi in modo preciso e dettagliato sui materiali che vengono utilizzati. 

– in caso di protesi dentale nuova, bisogna fare molta attenzione ad eventuali bruciori o gonfiori, segnalandoli immediatamente al vostro dentista.

Non scommettete sulla vostra salute ma affidatevi a professionisti seri e preparati come il team Peronace. La nostra finalità principale è quella di ottenere il massimo grado di soddisfazione da parte di ogni singolo paziente. Gli impianti stessi ad esempio non sono tutti uguali Non solo per i materiali, ma anche per le componenti che se di scarsa qualità si possono rompere creando non pochi problemi. Quelli che utilizziamo sono di alta qualità, provengono da aziende certificate e per questo sono garantiti.

Fissate un appuntamento e scoprirete che l’attenzione del dott.ssa Peronace e di tutto lo staff tecnico è dedicata quotidianamente alle diagnosi e alla costruzione di piani terapeutici personalizzati con massima chiarezza nella spiegazione del quadro clinico e trasparenza nei preventivi.